domenica 7 febbraio 2016

Torta di simil frolla profumata alla vaniglia con mele, zenzero e cannella


Il profumo della torta di mele in cottura è uno di quegli odori che custodisco gelosamente nei cassetti dei ricordi della mia infanzia ai quali ricorro quando ho bisogno di coccole.
L'olfatto è il senso che più di tutti è legato ai miei stati d'animo: ci sono degli odori che solo a sentirli mi fanno battere il cuore e sentire la farfalline nello stomaco, odori che io, molto spesso, non riesco a ricollegare ad avvenimenti particolari, ma che hanno il potere di attivare le sinapsi del mio buon umore. Altri odori invece mi fanno stare male, e quelli evidentemente li avrò annusati in momenti poco piacevoli della mia vita. Se questi ultimi tento di evitarli, i primi li cerco perché, come una carezza o un abbraccio, hanno il potere di rassicurarmi e di farmi sorridere.
Oggi, quindi, torta di mele: ho bisogno di coccole!
Ho deciso di fare una torta di mele con la pasta simil frolla, come la torta con la crema che la mia nonna preparava per ogni pranzo della domenica quando ero bambina, solo che io invece della crema ci metto le mele, ho voglia del loro profumo.
Ne viene fuori una cuginetta della Apple Pie americana, che mi riservo di provare a fare prima o poi nella sua versione originale!

Ingredienti
per la simil frolla:
400 g di farina,
2 uova,
110 g di olio di semi,
1 bustina di lievito,
150 g di zucchero di canna,
una bacca di vaniglia

Per il ripieno:
4 mele,
1 pera,
30 g di zenzero,
2 cucchiaini di cannella,
100 g di zucchero di canna

Inizio con la pasta simil frolla: passo al setaccio la farina e ci aggiungo gli altri ingredienti, lo zucchero, il lievito, anche lui passato al setaccio, l'olio, le uova e semi di vaniglia, che ottengo incidendo la bacca nel senso della lunghezza e raschiandone i semini.


Impasto gli ingredienti piuttosto velocemente e dopo aver ottenuto un impasto compatto, formo una palla che avvolgo nella pellicola, che vado a far riposare in frigo per almeno una mezz'ora.


Mentre la simil frolla riposa, preparo la frutta.


Prendo le mie mele e la mia pera, che, pur non essendo prevista, ho voluto inserire tra gli ingredienti del mio dolce, perché stazionava nel mio portafrutta da un po' troppo tempo e, considerato il suo aspetto, era ormai prossima alla rottamazione, le sbuccio e le taglio a fettine sottili.


Sbuccio lo zenzero, lo lavo e lo grattugio molto finemente, aggiungendolo alle fettine di mele e pera, insieme allo zucchero e ai due cucchiaini di cannella. Lascio riposare per una mezz'oretta.

Trascorso il tempo necessario, riprendo la simil frolla dal frigo e dopo averla divisa in due parti, stendo la prima col mattarello ad uno spessore più o meno di mezzo centimetro, cercando di ottenere una forma il più possibile tonda che sistemerò sulla mia teglia di 24 cm ricoperta di carta forno.



Riempio la base della mia torta con la frutta, facendo attenzione a non farne cadere anche il succo, che potremmo tenere da parte per una fase successiva.


Stendo il secondo disco di pasta simil frolla e lo adagio a copertura della torta. Elimino le parti di impasto in eccesso e chiudo bene i bordi aiutandomi con i rebbi di una forchetta, con la quale poi forerò qua e là la torta per consentire al vapore di uscire fuori.


A questo punto, invece di spennellare la torta con il latte, utilizzo il profumatissimo fondo che ho ottenuto lasciando le mele a riposo con lo zucchero di canna, lo zenzero e la cannella.


Metto in forno a 180° per 30 minuti o comunque fino a doratura.


Una volta raffreddata, estraggo la torta dalla teglia e, pur essendo secondo me già bella così, la spolvero di zucchero a velo e finalmente posso godermi una profumatissima fetta di felicità!


"La felicità non è altro che il profumo del nostro animo"
Coco Chanel

37 commenti :

  1. Paola cosa penso del tuo post? Che sei veramente brava! E penso anche che abbiamo gli stessi gusti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le tue parole mi rendono davvero felice, Paola! Ho l'impressione che noi oltre al nome in comune abbiamo tante cose :D

      Elimina
  2. Complimenti!!!sia per la ricetta che per il blog!

    RispondiElimina
  3. Mela, pera e zenzero abbinamenti perfetti che rendono questa crostata dai sapori meravigliosi..brravissima

    RispondiElimina
  4. ho comprato lo zenzero sabato... ed ecco che già mi torna utile !

    RispondiElimina
  5. La voglio provare..ho lo zenzero in polvere..va bene lo stesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, certo, lo zenzero in polvere va ugualmente bene, bisogna però dosare le quantità, io partirei con un cucchiaino e poi eventualmente aumenterei per un aroma più intenso!

      Elimina
  6. complimenti per la ricetta e l'ottima spiegazione

    RispondiElimina
  7. Hai avuto un'idea geniale! Proverò sicuramente la tua frolla senza burro!

    RispondiElimina
  8. Buonissima :) Saluti da Mela Cannella e Fantasia ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mela, Cannella, ...sei praticamente nella mia torta :D

      Elimina
  9. Bellissima idea molto originale!!

    RispondiElimina
  10. Che buona Paolè! E complimenti per la pazienza nel pubblicare la sequenza della ricetta! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono una sostenitrice delle fotoricette :D

      Elimina
  11. Una golosità facendo attenzione alle calorie??? Ma che idea superrrrr... complimenti davvero, la devo provare anche io questa frolla senza burro :)

    RispondiElimina

Vorrei tanto sapere cosa pensate del mio post. Mi piacerebbe ricevere consigli e suggerimenti e se mi diceste che quello che ho scritto non vi è dispiaciuto, sarei la donna più felice al mondo!